ENGLISH VERSION

NEWS DALLE REGIONI

La Prevenzione: la sfida della Cardiologia del Futuro, Piacenza 28 Maggio 2011



gicr

La Prevenzione: la sfida della Cardiologia del Futuro
Piacenza, Sabato 28 Maggio 2011

Sede
Ospedale G. da Saliceto, AUSL di Piacenza

Temi
Percorsi di prevenzione e riabilitazione del paziente cardiopatico cronico.

Premessa
Lo studio Euroaspire ha mostrato come abbiamo imparato a prescrivere farmaci correttamente seguendo le linee guide,ma abbiamo fallito nell’esercitare un’efficace azione di prevenzione secondaria nei pazienti dopo evento ischemico acuto: i nostri pazienti, anche sopravissuti ad infarto del miocardio, sono sempre più obesi, sedentari, ipertesi e diabetici, in altre parole a alto rischio di recidiva.
La realtà del nuovo millennio ci impone la cura di soggetti sempre più fragili perché cardiopatici scompensati cronici, anziani, con comorbidita’, isolati socialmente
Gli interventi tradizionali basati principalmente su una cardiologia interventistica hanno dimostrato essere insufficienti ed inadeguati mentre è necessaria una cardiologia di prevenzione basata sulla stratificazione del rischio, identificazione di un percorso educativo e riabilitativo
adeguato alle necessità del singolo paziente, che richiede un approccio multidisciplinare, una stretta collaborazione fra professionisti sanitari dell’acuto e quelli del cronico e le strutture territoriali.
Le Società Scientifiche Europee ( European Society of Cardiology con la European Association of Cardiovascular Prevention and Rehabilitation,EACPR) e Nazionali (Federazione Italiana di Cardiologia con il Gruppo Italiano di Cardiologia Riabilitativa, GICR/IACPR) stannoraccogliendo questa sfida promuovendo iniziative e la realizzazione di documenti per facilitare la implementazione di percorsi di prevenzione.

Obiettivi
-presentazione dei recenti documenti e linee guida europei nel campo della cardiologia preventiva e riabilitativa del cardiopatico cronico
- ruolo della terapia non farmacologica e farmacologica con particolare attenzione alla terapia ipolipemizzante con statine nella prevenzione del rischio cardiovascolare nei pazienti dislipidemici.
- discussione sulle le barriere alla implementazione: i punti di vista del clinico, del responsabile delle cure primarie, dell’infermiere con proposte concrete di superamento
- esperienze pilota ed in via di realizzazione nella nostra Regione
- esperienze pilota ed in via di realizzazione in altre Regioni
- il punto di vista e il contributo della Regione

ECM
Sono stati richiesti i crediti formativi per Medici ed Infermieri

Segreteria scientifica
U.O. Cardiologia
Ospedale G. da Saliceto
Cantone del Cristo - Piacenza
mail: u.corvi@ausl.pc.it
Dott. Massimo F. Piepoli
Dott. Giovanni Q. Villani
I.P. Ursula Corvi

Agenzia organizzativa
Eolo srl
35129 Padova (PD) - Via Longhin, 23
Tel. e Fax 049 5290388
Roberta Dott.ssa Zennaro
r.zennaro@eolocongressi.it

>>> scarica il programma del workshop
Rivista
La rivista scientifica GICR-IACPR
Monaldi Archives for Chest diseases
I Centri

Consulta l'elenco l'elenco dei centri di cardiologia riabilitativa e trova quello più vicino a te tra i 100 presenti sul territorio nazionale.