ENGLISH VERSION

NEWS DALLE REGIONI

La cardiologia riabilitativa nella Regione Liguria

Report del Delegato Regionale IACPR Dr Daniele Bertoli
Aggiornamento del  20.06.09

SITUAZIONE REGIONALE DELLA CARDIOLOGIA RIABILITATIVA

L’offerta riabilitativa cardiologica in Liguria è, in termini di unità operative di cardiologia riabilitativa (CR) rispetto alla popolazione residente, quantitativamente in linea con la media nazionale essendo presente un centro di CR all’incirca ogni 300.000 abitanti.
I centri di CR presenti sul territorio sono attualmente 5 di cui 3 in ospedali pubblici e 2 in strutture private. L’offerta riabilitativa è prevalentemente costituita da attività degenziale ed infatti la Liguria è una delle prime regioni d’Italia per rapporto posti letti di CR/residenti (quasi 8 posti letto per 100.000 abitanti rispetto ad un media nazionale di circa 4,2 pl/100000 ab). La Liguria è anche una delle poche regioni italiane in cui i posti letti di CR (uno ogni 13.000 ab circa) sono più rappresentati dei posti letto di UTIC (uno ogni 20.000 ab circa).
Questi dati quantitativi sono, almeno in parte, interpretabili tenendo conto che le strutture di CR Liguri (soprattutto quelle private di tipo degenziale) servono una utenza anche extraregionale.
A fronte di una offerta “in-patients” probabilmente più che sufficiente, l’offerta di CR di tipo ambulatoriale è ancora deficitaria in termini quantitativi. Al di fuori dell’area metropolitanea genovese (dove recentemente è stato aperto un nuovo centro ambulatoriale collegato alla struttura degenziale di CR di riferimento) sono presenti solo attività in regime di DH (sempre collegate alle strutture degenziali di CR di riferimento) e nessuna ambulatoriale.
Le motivazioni di questa carenza di offerta “out-patients” sono da ricercare probabilmente in una allocazione di risorse pubbliche (complessivamente limitate sia in termine di personale che di dotazioni strumentali) rivolta prioritariamente all’attività degenziale (soprattutto per le patologie acute) e ad una scarsa attenzione ed incentivazione, da parte del decisore pubblico, verso la continuità assistenziale e la prevenzione secondaria.
Solo del tutto recentemente, nel giugno 2009, la Regione ha dato avvio al “Piano regionale per la prevenzione attiva del rischio cardiovascolare” all’interno del quale si spera possano avere nuovo impulso le attività di prevenzione e riabilitazione anche rivolte al territorio ed in generale all’out-patient.
 

RAPPORTI ISTITUZIONALI CON LA REGIONE

L’Agenzia Regionale Sanitaria (http://www.arsliguria.it/ ) ha costituito da qualche mese un “Gruppo di Lavoro multidisciplinare sull’appropriatezza clinica ed organizzativa in riabilitazione cardiologica” composto dai responsabili delle strutture di CR e da membri dell’ARS e delle direzioni sanitarie delle ASL.
Il gruppo di lavoro ha come obbiettivo la preparazione di una documento denominato “Linee Guida di Riabilitazione Cardiologica – ARS Regione Liguria” con relativo “Executive Summary”  ormai in avanzato stato di preparazione e che prossimamente sarà disponibile per la pubblicazione.


ASPETTI NORMATIVI

Nello scorso aprile 209 la Regione Liguria ha emanato una deliberazione (423/2009) dal titolo: Approvazione requisiti di accreditamento integrativi di quelli vigenti (DD.G.R. n. 1575/2003 e n. 529/2007 e ss.mm. e ii.) e modalità di rinnovo e di presentazione delle istanze per l'accreditamento istituzionale (D.G.R. n. 395/2002). Questo documento riguarda, tra l’altro, anche la Cardiologia Riabilitativa e può essere scaricato con l’allegato riguardante i requisiti attraverso il sito della regione Liguria (http://www.liguriainformasalute.it/cgi-bin/liguria/sanita/ep/home.do?pageTypeId=-13120&displayPage=/ep/channelView.do&channelId=-92923&channelPage=/jsp/layout/LayRcc.jsp&BV_SessionID=@@@@0782562380.1245491531@@@@&BV_EngineID=ccccadehifiijfecefeceffdgnndffk.0 ).


FORMAZIONE

Nel prossimo ottobre 2009 si svolgerà un corso di formazione ed aggiornamento sul test cardio-polmonare organizzato dalla Cardiologia Riabilitativa dell’ Istituto Cardiovascolare di Camogli diretto dal Dr Corsiglia e dalla Cardiologia Riabilitativa di Arenzano diretta dal Dr Griffo.


CRITICITA’

Gli aspetti più critici della CR odierna in Liguria riguardano:

  • carenza di strutture ambulatoriali dedicate alla CR
  • non chiara definizione dei ruoli delle strutture private rispetto a quelle pubbliche nella gestione dei pazienti post-chirurgici regionali
  • mancanza di linee-guida (attualmente in preparazione) per la corretta attribuzione dei pazienti che necessitano di CR tra strutture con degenza ordinaria, DH ed ambulatori
  • programmazione regionale del decisore pubblico eccessivamente orientata verso l’acuzie con moltiplicazione delle cardiologie interventistiche a scapito delle risorse per la continuità assistenziale e la prevenzione secondaria.
Rivista
La rivista scientifica GICR-IACPR
Monaldi Archives for Chest diseases
I Centri

Consulta l'elenco l'elenco dei centri di cardiologia riabilitativa e trova quello più vicino a te tra i 100 presenti sul territorio nazionale.