ENGLISH VERSION

NEWS DALLE REGIONI

LA CARDIOLOGIA RIABILITATIVA NELLA REGIONE ABRUZZO E MOLISE 2009

Report del Delegato Regionale IACPR Dr.ssa Loredana Mantini
Aggiornato il 20.05.09

 

SITUAZIONE REGIONALE DELLA CARDIOLOGIA RIABILITATIVA

I centri sono quelli segnalati nel precedente censimento ISYDE 2008: Chieti, S. Omero, Tagliacozzo per l'Abruzzo e Campobasso e Boiano per il Molise.
A Chieti, presso la Clinica Villa Pini d'Abruzzo, nei 22 posti letto, sono ricoverati prevalentemente pazienti cardio-chirurgici e pazienti con scompenso cardiaco cronico o instabili dopo procedure di rivascolarizzazione percutanea; si svolge anche una limitata attività di riabilitazione ambulatoriale. Presso la Cardiologia di S. Omero (TE), con circa 10 posti letto, vengono ricoverati alcuni cardiooperati ed infartuati e scompensati della locale UTIC. Presso l'Ospedale di Tagliacozzo, che è dotato di circa 15 posti letto di cardiologia riabilitativa, vengono ricoverati prevalentemente pazienti con scompenso cardiaco e alcuni cardiooperati.
A Campobasso l'attività viene espletata presso la Cardiochirurgia dell'Università del Sacro Cuore sui pazienti operati presso la stessa struttura da parte di personale medico non cardiologico (Geriatra e Internista), a direzione cardiochirurgica e solo in regime degenziale.
Con delibera del Commissario ad acta della regione Abruzzo del Marzo scorso è stato apportato un taglio al budget per l'attività di riabilitazione nelle strutture private (le uniche del settore) per ottemperare al piano di rientro dei debiti della sanità regionale (BURA 15 Maggio 2009 n° 25).
E' stato riferito che è prevista anche per il Molise una decurtazione dei posti letto di riabilitazione


RAPPORTI ISTITUZIONALI CON LA REGIONE

La nota situazione debitoria della regione Abruzzo ha costretto ad una revisione di un recente piano sanitario regionale, tutt'ora in discussione. Per l'attuazione del piano sanitario nazionale per la prevenzione secondaria delle cardio-cerebro-vasculopatie, in carenza di budget, è stata nominata una commissione composta da funzionari della regione e dai direttori dei servizi di Igiene e Profilassi delle quattro province abruzzesi senza alcuna rappresentanza di cardiologi e neurologi e senza il coinvolgimento delle associazioni professionali.
Il GICR, nella persona del Dr Ciglia (allora delegato regionale), ha partecipato nel 2007-2008 a varie riunioni di una commissione per l'estensione della rete regionale dello scompenso unitamente a rappresentanti di SIC, ANMCO, AIAC, MMG, Società di Geriatria, coordinate dalla agenzia sanitaria regionale che non ha continuato i lavori dopo l'insediamento della nuova giunta e la nomina del Commissario ad acta. Nell'Ottobre 2008, il referente regionale (Dr Ciglia) ha segnalato alle figure istituzionali regionali la difficoltà di accesso alle strutture riabilitative nella nostra regione (solo dimissione-trasferimento da reparti per acuti) sottolineando i vantaggi del ricovero in cardiologia riabilitativa per i pazienti e per l'organizzazione del sistema delle cure: decongestione per i reparti dell'acuzie con un favorevolissimo rapporto costo/efficacia precisando che la dotazione di posti letto in Abruzzo, seppur insufficienti rispetto alla popolazione di riferimento, consentirebbe di trattare circa 1100 pazienti/anno (copia del documento fu inviato per conoscenza anche alla Segreteria Nazionale GICR).
Nessun rapporto con le istituzioni regionali è riferito per il Molise.

ASPETTI NORMATIVI

Non ci sono note, ad oggi, normative regionali di specifico interesse cardiologico-riabilitativo né in Abruzzo né in Molise. Tutta l'attività riabilitativa nel settore cardiologico afferisce al complesso delle attività riabilitative.

FORMAZIONE

Nel Febbraio 2008 è stato organizzato un seminario in collaborazione con la Scuola di Specializzazione di Cardiologia diretta dal Prof De Caterina (per il direttivo GICR è intervenuto il dr Carlo Schweiger): "La Cardiologia Riabilitativa oggi". Sono stati realizzati eventi ecm per infermieri sul "Counselling in ambito cardio-vascolare" in due edizioni (Gennaio 2008 e Febbraio 2009). Il Dr Ciglia ha un'incarico di insegnamento presso la Scuola di Specializzazione di Cardiologia dell'Università di Chieti e nell'ultimo quinquennio la materia è "Valutazione funzionale e Riabilitazione cardio-vascolare".
Il giorno 8 Aprile 2008, in collaborazione con la facoltà di Filosofia dell'Università di Chieti si è tenuto un seminario dal titolo: "Homo patients: tra filosofia e medicina" in cui è stata presentata anche l'attività di Riabilitazione Cardiologica.
Il 20 Giugno prossimo si terrà, presso la nostra struttura, un evento ecm nell'ambito del piano formativo ANMCO, con il patrocinio IACPR dal titolo " L'educazione terapeutica in ambito cardio-vascolare: curare con il paziente" (vedi pubblicazione piano formativo 2009-2010 disponibile anche on- line sul sito dell'ANMCO)
>>> Scarica Programma

CRITICITA'

Difficoltà a coinvolgere e tesserare i pochi addetti ai lavori. Difficoltà ad avere contatti con gli organi istituzionali soprattutto in questo particolare momento (Abruzzo commissariato e terremotato, Molise con preavviso di commissariamento: governatore della regione con delega alla Sanità).

Loredana Mantini

Rivista
La rivista scientifica GICR-IACPR
Monaldi Archives for Chest diseases
I Centri

Consulta l'elenco l'elenco dei centri di cardiologia riabilitativa e trova quello più vicino a te tra i 100 presenti sul territorio nazionale.