ENGLISH VERSION

REVISIONE LETTERATURA

Il consumo moderato di alcol riduce il rischio di infarto del miocardio nelle donne

29 Maggio 2007

Alla luce di un recente questo recente studio epidemiologico le donne che assumono alcol con moderazione hanno, rispetto a donne da sempre astemie, un rischio di infarto del miocardio (MI) sostanzialmente inferiore.
Gli autori sottolineano che l'elemento fondamentale di questa osservazione è rappresentato dal concetto di "moderazione" dal momento che le donne che vanno palesemente "su di giri" almeno una volta al mese, hanno una probabilità di andare incontro a MI almeno tre volte superiore.
Il concetto di "moderazione" è quindi relativo e variabile da soggetto a soggetto; in alcuni soggetti un singolo drink è in grado di causare "intossicazione".
L'evidenza epidemiologica che l'assunzione di dosi moderate di alcol riducessero il rischio di MI era limitata fino ad oggi a studi condotti su popolazione maschile.
Gli Autori hanno condotto tra il 1996 e il 2001 uno studio caso-controllo su popolazione in 320 donne con IM e in 1565 controlli; hanno valutato le abitudini relative al bere per un periodi di 12-24 mesi antecedenti l'intervista o l'evento infartuale.
Il 13% dei casi e dei controlli erano sempre stati astemi, mentre le donne assumevano alcolici erano il 36.9% nel gruppo che aveva avuto IM e 53% nel gruppo di controllo.
Il consumo medio era di 2.3 porzioni di bevande alcoliche al giorno.
Rispetto alle astemie le donne che assumevano alcolici avevano una probabilità inferiore di MI con un ORR do 0.67.
Tra le donne che assumevano alcolici, la quantità, il numero di drink al giorno e la frequenza dei drink era inversamente associata al rischio di MI (p per il trend <0.001). Tuttavia uno o più episodi di abuso al mese incrementavano fortemente il rischio di MI (OR=2.90).
Gli Autori giustamente raccomandano che nessuno dovrebbe interpretare queste osservazioni come un buon motivo per le donne astemie di iniziare ad assumere alcolici, a causa della rilevanza del rischio di altre patologie correlate all'alcol (es. tumore al seno).
Nessuna raccomandazione quindi a iniziare a bere, ma solo una rassicurazione a proposito di cardiopatia ischemica alle donne che assumono piccole quantità di alcolici.

Roberto Tramarin
FERB - Fondazione Europea Ricerca Biomedica
Via Uboldo, 19 - Cernusco sul Naviglio (MI)
robertotramarin@tin.it

Articolo originale
Dorn JM, Hovey K, Williams BA, Freudenheim JL, Russell M, Nochajski TH, Trevisan M.
Alcohol drinking pattern and non-fatal myocardial infarction in women
Addiction May 2007; 102(5):730-9

Rivista
La rivista scientifica GICR-IACPR
Monaldi Archives for Chest diseases
I Centri

Consulta l'elenco l'elenco dei centri di cardiologia riabilitativa e trova quello più vicino a te tra i 100 presenti sul territorio nazionale.